PROGRAMMA

Mostra altro

SABATO 2 giugno

ore 10.00 - Galleria d'Arte Moderna (via Magenta, 31 - Torino)
Visita museale tematica
"QUEER PAINTING"
a cura di Babi

L'arte dell'800 e del 900 è costellata di artisti che fanno della propria vita un manifesto artistico, andando palesemente contro la morale e il buoncostume pubblico. In questa visita particolare, scopriremo i tesori della Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea di Torino alla luce dei grandi artisti che hanno saputo raccontare il mondo attraverso una visione Queer del tutto inedita: da Fontanesi a Picasso, da Modigliani a Warhol ci aspetta un'overdose di bellezza nel nuovissimo allestimento da poco restituito al pubblico. 

Costo: 3 euro (a cui si deve aggiungere il biglietto del museo o la tessera TorinoMusei)

L'accesso è riservato ai possessori di tessera Babi: è possibile sottoscrivere la tessera annuale (5,00 €) o la tessera temporanea valida fino al 2 giugno (1,00 €).

ore 15.30 - Maison Babi (corso Cincinnato, 115/b - Torino)
Workshop
"LABORATORIO DI DANZE RITUALI DEL SUD ITALIA" - il rito, il corpo, il simbolo
con Valentina Padovan
a cura de La Paranza del Geco 

Pizzica Pizzica alto Salento, Pizzica Pizzica basso Salento (Puglia, Italia), Ballo sul Tamburo / Tammurriata dell'Agro Nocerino Sarnese (Campania, Italia)

 

Durante il Laboratorio verranno trasmesse le gestualità peculiari della pizzica pizzica e del ballo sul tamburo / tammurriata, le variazioni che hanno subito nel corso del tempo e le possibili modalità di interazione tra i ballatori attraverso l’arte del movimento, del gesto, della presenza, del senso del corpo nello spazio ed in relazione ad altri corpi, attingendo dal patrimonio simbolico popolare e da pratiche e segni che appartengono all’elemento del rituale, alla dimensione dunque del rito come attitudine all’espressione creativa attraverso il corpo, la musica, la danza, la parola, il canto.

 

Uno spazio e un tempo dedicati alla danza tradizionale, a partire dal potenziale intrinseco del rituale.

 

La PIZZICA PIZZICA è una danza rituale che appartiene alla famiglia delle tarantelle; è tipica soprattutto dell'Alto e del Basso Salento ed assume caratteristiche diverse in base alla comunità di riferimento, la posizione geografica ed i differenti contesti socio culturali. Il tempo della danza è scandito dal suono del tamburo a cornice (tamburello): i corpi si (ri)appropriano di quel ritmo performando se stessi in un partecipato rituale collettivo.

 

BALLO SUL TAMBURO (n'gopp'o tammurro) / TAMMURRIATA, gruppo etnocoreutico dell'ampia famiglia delle tarantelle dell'Italia meridionale, diffuso in Campania, lungo la costa tirrenica e nelle aree immediatamente interne, a partire dal casertano (un tempo comprendente anche territori dell'attuale basso-Lazio), all'area domiziana, a quella vesuviana sino al Nolano nell'interno, all'agro nocerino-sarnese e ai Monti Lattari e alla penisola sorrentina, che accompagna, da secoli, devozione e ritualità durante le celebrazioni e le feste (un esempio: A' Juta dei femminnielli al Santuario di Montevergine, Avellino). Il tempo della danza è scandito dal suono del tamburo a cornice (tammorra/tammurro), l'unità di battuta del ballo viene scandita dalle castagnette, impugnate e suonate dai ballatori, con le quali si ritmano i gesti e le figurazioni della danza.

 

Durata del Laboratorio 1 ora e 45 minuti

Valentina Padovan

Attrice, danzatrice, autrice, regista e formatrice teatrale e coreutica

Si forma come attrice, danzatrice, autrice, regista e formatrice a partire dal 2001, all'interno della compagnia teatrale Teatro delle Forme, con attenzione considerevolerivolta allo studio ed all'approfondimento delle strutture proprie della drammaturgia contemporanea, della regia e della scrittura teatrale, all'ideazione di forme nuove e nuovi paradigmi performativi a partire dalla ricerca, antropologica ed artistica, dalle tradizioni, dai rituali ed dalle danze popolari, alla formazione teatrale e coreutica.

Sempre con particolare riguardo e scrupolo al fine di una preparazione artistica completa, si avvicina anche allo studio delle tecniche vocali del canto popolare e del canto jazz. Ha partecipato in qualità di attrice, danzatrice, regista e formatrice a spettacoli, festival, cortometraggi, lungometraggi, manifestazioni, performance, mostre, riprese televisive, in Italia e all'estero. 

Collabora con numerose compagnie artistiche nazionali ed internazionali ed in particolar modo, presso la città di Torino, con la compagnia artistica La Paranza del Geco, la compagnia teatrale Teatro delle Forme, l'orchestra Musica Manens e la Rete Italiana di Cultura Popolare, a cui affianca ulteriori collaborazioni in molteplici progetti artistici, in ultimo la partecipazione al film "I Cormorani" del regista Fabio Bobbio. E' redattrice e speaker di TradiRadio, la web radio della Rete Italiana di Cultura Popolare.

Costo: 10 euro 

L'accesso è riservato ai possessori di tessera Babi: è possibile sottoscrivere la tessera annuale (5,00 €) o la tessera temporanea valida fino al 2 giugno (1,00 €).

ore 21.00 - Maison Babi (corso Cincinnato, 115/b - Torino)
Teatro
LA SINDROME DI SAILOR MOON
con Valentina Mortara, Andrea Mascia, Marco Dal Pont, Mauro Maiorella e Walter Revello
A cura di Babi
Lo spettacolo è rinviato a venerdì 15 giugno per indisposizione di uno degli attori. Ci scusiamo per il disguido. 
Cinque amici alle prese con la quotidianità fatta di amore, sesso, vita di coppia, lavoro e aspettative. 
Luca, quasi 35enne, perenne Peter Pan deve scegliere se continuare a fare il ragazzino o prendere in mano la sua vita, come gli dice spesso Matteo, librario convivente con una "storia stabile e duratura", come ama ripetere. Insieme a loro, Giovy, piccolo e sfacciato giocatore di football e storico amante di Luca e Marco, dottore in erba che mantiene una relazione clandestina con il suo sposatissimo primario. A benedire questo coacerbo di psicopatici da manuale, Maddalena, la santa frociara della situazione, che ha sempre una parola buona e un insulto per tutti. Riusciranno mai ad essere felici, anche se afflitti dalla terribile Sindrome di Sailor Moon? 
Una commedia ironica e pungente, di taglio quasi televisivo, che viene presentata in anteprima assoluta per la serata di chiusura del Libere Gabbie Festival. 

Costo: 5 euro

L'accesso è riservato ai possessori di tessera Babi: è possibile sottoscrivere la tessera annuale (5,00 €) o la tessera temporanea valida fino al 2 giugno (1,00 €).

Libere Gabbie - LGBTQI project

a cura di Babi

Associazione di Promozione Sociale Babi

via Alberto Nota, 7 - Torino

 

mail: liberegabbie.babi@gmail.com

segreteria.babi@gmail.com

www.ilbabi.it

Tel.: +39.351.8150719

© 2018 by BABI - associazione di promozione sociale

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now