PROGRAMMA

Mostra altro

VENERDÌ 25 maggio

ore 18.00 - CasArcobaleno (via Lanino, 3 - Torino)
Cinema
"LIBERAZIONI"
con la collaborazione dell'Associazione Museo Nazionale del Cinema

Un incontro dedicato a una selezione dei cortometraggi presentati nella scorsa edizione di LiberAzioni, il festival delle arti dentro e fuori dal carcere.  Un confronto sui temi e gli aspetti della quotidiana ricerca dei diritti. 

Blocco E, IV Piano di Sergio Bertani (2016, 21')
Diario che racconta in prima persona la degenza in un reparto di psichiatria, in seguito ad un tentativo di suicidio. Un racconto descrittivo e introspettivo che presenta la tragedia della solitudine, dell’impotenza, del rapporto con un contesto di reclusione che lascia spiazzati. Il punto di vista di una persona “sana e cosciente” e in grado di raccontare che cosa accade, di analizzarlo e riportarlo. La voce narrante è di Dario Penne doppiatore tra gli altri di Anthony Hopkins, Michael Caine e Tommy Lee Jones.

 

Awake di Cesare Ambrogi (2016, 11')

Kholeho è un musicista. Quando era in prigione in Africa ha scoperto come la musica, anche se povera, sia il più grande strumento che gli uomini hanno a disposizione per restare uniti e forti, per entrare in contatto con i propri antenati e con se stessi.

Moto di rivoluzione di Marco Marcigliano (2016, 7')
Un amore coltivato di nascosto porta un dipendente di un'importante azienda a rompere la routine.

 

La carne dell'orso di Paolo Giacobbe e Andrea Porcu (2016, 17')
Nasce in una Torino del 1938 l’amicizia tra due giovani studenti di chimica: Primo Levi e Sandro Delmastro. I due hanno in comune la passione per la scienza, ma sono due ragazzi molto diversi. Sandro (l’uomo di ferro) è un montanaro, e nel corso della loro amicizia insegna a Primo a riconoscere gli elementi di cui è fatta la natura toccandoli con mano, piuttosto che leggendoli sui libri. Del resto, come dice Sandro: «Il peggio che ci possa capitare è assaggiare la carne dell’orso».

 

Avanti Tigrotti! di Giorgio Santise (2017, 10')
Ennio è cieco e non è soddisfatto di condurre una vita sedentaria. All’età di 47 anni dopo aver fatto un incidente metà del suo corpo rimane paralizzato. Maricella è la sua badante ecuatoriana; con lei passa gran parte della sua giornata, tra di loro si è creato un rapporto di grande intimità e vicinanza. Andrea, è il miglior amico di Ennio, anche lui è non vedente ma malgrado la sua cecità è molto intraprendente e viaggia in giro per il mondo. Andrea e Maricella giocheranno un ruolo molto importante aiutando Ennio a sorpassare la sua routine e le sue paure.

ore 18.30 - Sala Consiglio Circ. 3 (corso Racconigi, 94 - Torino)
Inaugurazione della mostra
"FAMIGLIE: METTIAMOCI LA FACCIA" - circ.3
a cura di Artemixia

La mostra è una raccolta di 20 ritratti + 1 e altrettante fotografie che si propone di mostrare i volti di un campione rappresentativo di unioni che vogliono affermare il loro sentirsi “Famiglia”, a dispetto dei termini neo- codificati a livello giuridico e sociale per meglio distinguerli dalle famiglie considerate “tradizionali”. L’artista Rosalba Castelli ha chiesto a coppie di fatto e di conviventi, unioni omosessuali con o senza figli, famiglie allargate e mono-genitoriali, di posare, di “mettere la propria faccia” all’interno di una cornice chedichiara il loro essere “famiglia” e che si contrappone alla cornice “formazione sociale specifica” (definizione attribuita alle unioni omosessuali all’art. 1 comma 1 della legge 76 sulle Unioni Civili) dentro la quale i soggetti indossano una maschera bianca, anonima e spersonalizzante.Il lavoro si propone di mostrare la bellezza dell’unicità di questi nuclei familiari contro cui si scagliano opportunistiche e, per lo più, offensive definizioni burocratiche e di sottolineare, nella differenza derivante dalla peculiarità di ogni legame e unione familiare, l’assenza di diversità.

Costo: ingresso libero e gratuito

ore 20.00 - CasArcobaleno (via Lanino, 3 - Torino)
Incontro​
"SANARCOBALENO"
a cura di Arcigay e CasArcobaleno

SanArcobaleno offre accoglienza, ascolto e consulto medico in merito alle tematiche connesse alle infezioni sessualmente trasmesse, oltre a offrire test rapidi, anonimi e sicuri HIV e sifilide.

In occasione del festival lo sportello sarà aperto dalle 20.00 alle 21.30 per confrontarsi con quanti vogliano informazioni o fare test. Per info salutedicasa@gmail.com

ore 21.30 - CasArcobaleno (via Lanino, 3 - Torino)
Incontro​
"ESSERE GENITORI RAINBOW
in collaborazione con Rete Genitori Rainbow
Gay, lesbiche e T* con figli da unioni eterosessuali. Molti di noi, prima di acquisire piena consapevolezza del nostro vero orientamento sessuale o della nostra identità di genere, hanno vissuto relazioni anche durature da cui sono nati dei figli. Ai pregiudizi in quanto omosessuali, sulle spalle dei Genitori Rainbow pesano difficoltà connesse alla separazione, al rapporto spesso conflittuale con l’ex-partner, alla paura che i figli possano non accettarci per come siamo realmente. L'incontro di questa sera sarà dedicato al confronto, per condividere le esperienze legate ai diversi percorsi, al coming out in famiglia e con i figli, per aiutarci quindi a rafforzare la nostra identità e a vivere meglio con noi stessi e con le persone attorno a noi. Grazie alla collaborazione con gli attori di Babi, potremmo discutere insieme della condizione di Genitori Rainbow ieri e oggi e magari farci alcune domande sul futuro che ci aspetta.
Costo: gratuito
L'accesso è riservato ai possessori di tessera Arci o Arcigay (sottoscrivibile in sede). 

Libere Gabbie - LGBTQI project

a cura di Babi

Associazione di Promozione Sociale Babi

via Alberto Nota, 7 - Torino

 

mail: liberegabbie.babi@gmail.com

segreteria.babi@gmail.com

www.ilbabi.it

Tel.: +39.351.8150719

© 2018 by BABI - associazione di promozione sociale

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now